Panoramica grammaticale della lingua lingala

Le preposizioni

La preposizione ya.

La preposizione ya significa di, appartenente a.

Esempio:

Mwána ya mobálí. Il figlio dell'uomo.

ma serve anche a formare aggettivi qualificativi:

Esempio:

Mwána ya mobálí. Il ragazzo / Il figlio (maschio).

Questa particella in altre lingue bantu è -a e prende il prefisso pronominale della classe a cui appartiene il sostantivo che la precede. In lingala è rimasta solo la forma ya, ma occasionalmente si trovano anche le altre forme wa, ma, mwa:

Esempio:

Oyo azalí mokonzi wa bísú. Questo è il nostro capo.

-a è accordato con la classe mo di mokonzi.

Il verbo -zala (essere) seguito da ya significa consistere di, essere fatto di:

Esempio:

Ezalí ya siménti. E' fatto di cemento.

La preposizione na.

Anche la particella na deriva da -a e, oltre a corrispondere alla nostra congiunzione e e alla preposizione con, significa a in particolare nei casi qui elencati.

Con il verbo -solola (parlare, conversare):

Esempio:

Azalákí kosolola na ngáí Parlava a me / Parlava con me

Preceduta da téé (o tíí) (fino):

Esempio:

Téé na ngonga ya mítánu ya mpókwa Fino alle 17.00.

Anche con il verbo -tíkala (rimanere, restare):

Esempio:

Bakotíkala na loso na ngáí Staranno attenti al (=Resteranno col) mio riso.


Introduzione

Grammatica


Il swahili


©Nino Vessella, 2003-.
Diritti riservati.Nessuna parte può essere riprodotta, in qualsiasi forma o mezzo, senza citare la fonte.
Ĉiuj rajtoj rezervitaj.Neniu parto povas esti reproduktita, en kiu ajn formo au per kiu ajn metodo, sen mencii ĉi tiun fonton.
Haki zote zimehifadhiwa.Hairuhusiwi kunakili sehemu yoyote bila kuitaja asili yake hii.
All rights reserved.No part may be reproduced, in any form or by any means, without mention of this source.